Sound designer, performer e artista in residenza a Ginestra degli Schiavoni \ Benevento \ Italia per il Festival Liminaria 2016 \ Interferenze  New Arts Festival

La performance/installazione è stata realizzata con i giovani e con gli anziani, memorie stroriche e funzione imprescindibile nella creazione narrativa. La torre-campanile è stata centro dominante di riflessione su terra, aria, vento, acqua e cuore pulsante, di aggregazione  e simbolo di forza.

Qui è stato prodotto l’evento di Maurizio Chiantone, La Leggenda delle Quattro Campane realizzato nell’ambito della residenza artistica di Liminaria 2016, insieme ad alcuni componenti della banda musicale di Ginestra degli Schiavoni, all’interno dello storico campanile che, per l’occasione si è animato di danze, suoni e luci suggestive.

Liminaria è un progetto di studio e di ricerca sul campo orientato alla creazione di reti sostenibili dal punto di vista culturale, sociale ed economico nel territorio del Fortore beneventano, microregione rurale del meridione d’Italia.
Attraverso la progettazione e la realizzazione condivisa di azioni sul territorio con le comunità locali, Liminaria si propone di sperimentare una serie di modelli di intervento che, ispirati ai concetti di ri-territorializzazione, restanza e self-reliance, riconfigurino lo spazio rurale locale come luogo di attività in cui il capitale sociale, inteso come insieme delle reti di relazioni cooperative tra attori individuali e collettivi, rappresenta un elemento centrale di ri-valorizzazione delle risorse territoriali locali.

Le azioni messe in essere dal progetto Liminaria investono campi differenti: dagli eventi culturali e performativi fino ai percorsi di co-working con le scuole, dai processi di ottimizzazione delle reti fino alla sperimentazione di format ibridi legati alle nuove tecnologie, in un’ottica che si fonda sull’esperienza di strategie e pratiche sostenibili di transizione ed innovazione interagite con gli spazi, i paesaggi e le comunità locali.

Maurizio Chiantone è artista sonoro e docente. Lavora su più livelli di interesse: quello compositivo, progettuale e didattico, collaborando con pittori, fotografi, architetti, scultori, scenografi, poeti, attori, coreografi, creativi. Tra i numerosi progetti in cui è coinvolto, si segnalano RUMINANZE (2004) focalizzato sulla ri-mediazione tra linguaggi: in esso, i diversi media concorrono alla creazione di uno specifico “luogo” dello spazio e del tempo in cui coinvolgere attori e fruitori.

Per approfondimenti sul lavoro di Maurizio Chiantone, visita il suo canale YouTube.
Per la residenza a Ginestra degli Schiavoni qui.
Per il backstage e l’evento:
YouTube —-
Performance >
Installazione >
Banda >